DEGLUTIZIONE DEVIATA: EFFETTO DOMINO SULL’EQUILIBRIO MUSCOLARE FACCIALE E SULL’OCCLUSIONE DENTALE

 

SINERGIA TRA LOGOPEDIA E ORTODONZIA  

Dentatura e logopedia, malocclusione e difficoltà legate alla lingua, esiste un nesso?

“Ho portato mio figlio di 8 anni dal dentista perché non ha una bella dentatura: gli incisivi superiori sono molto sporgenti. Il dentista mi ha detto che oltre l’apparecchio ortodontico, dovrà fare logopedia. Come mai?”

Deglutizione Atipica

Il controllo della deglutizione è alla base di tutta l’ortodonzia funzionale moderna. Attraverso la TERAPIA MIO-FUNZIONALE si interviene a livello centrale per modificare il funzionamento della lingua a qualunque età.

La deglutizione è un meccanismo neuromuscolare che va incontro ad una fisiologica maturazione rappresentata dal passaggio dalla deglutizione infantile a quella adulta o matura.

Quindi, si definisce DEVIATA una deglutizione infantile che persiste in età adulta con anomalie comportamentali e strutturali della muscolatura oro-facciale (SQUILIBRIO MUSCOLARE ORO-FACCIALE).

Quando non si verifica questo passaggio, la lingua agisce contro e tra i denti creando una forza d’impedimento ad un armonico sviluppo del complesso scheletrico e muscolare oro-facciale.

SEGNI/SINTOMI

  • durante la deglutizione (anche di saliva) la lingua si interpone tra i denti o fuoriesce dalla bocca
  • bocca quasi sempre aperta e lingua in vista durante il giorno
  • durante la deglutizione emissione di suoni e/o chiusura/pressione  esagerata delle labbra per far andare giù il boccone
  • problemi nella pronuncia di alcuni suoni (s,z,sc)
  • labbra spesso bagnate di saliva
  • asimmetria del volto

CAUSE

  • abitudini viziate (suzione pollice o ciuccio; allattamento o biberon protratti)
  • disturbi alte vie respiratorie (adenoidi o tonsille ipertrofiche)
  • impedimenti anatomici (frenulo linguale corto, macroglossia, palato ogivale)

deglutizione atipica

CONSEGUENZE

  • malocclusioni (morso aperto, morso profondo, morso crociato)
  • biprotrusione
  • palato stretto, diastemi, affollamento
  • disturbi ATM
  • aerofagia e globo isterico
  • disturbi fono-articolatori
  • disordini posturali

Deglutizione atipica

La RIEDUCAZIONE è indirizzata a bambini, adolescenti e adulti che presentano un problema del comportamento della muscolatura orofacciale associato o meno a malocclusione dentale.

Fondamentale è l’interazione tra l’ortodontista ed il logopedista:

  • prima del trattamento ortodontico per avere un ambiente funzionale favorevole ed eliminare interferenze orali negative
  • durante il trattamento ortodontico per ottimizzare l’azione meccanica degli apparecchi
  • dopo il trattamento ortodontico, per armonizzare le funzioni orali, al fine di stabilizzare i risultati raggiunti e/o evitare recidive

 

La TERAPIA MIO-FUNZIONALE (TMF) mira quindi a valutare, prevenire e rieducare lo squilibrio muscolare oro-facciale, la postura linguale statica e dinamica, le alterazioni gnosico-prassiche, muscolari oro-facciali e le funzioni orali (deglutizione, masticazione e respirazione).

La terapia miofunzionale logopedica può iniziare a qualsiasi età.

Per i bambini di 3/4 anni lo scopo è abbandonare o eliminare i vizi di succhiamento, derivati dall’allattamento o dall’uso di biberon e ciucci.

Dai 6 anni è possibile iniziare già una terapia completa che consenta di correggere tutte le problematiche rilevate.

 

Le FINALITÀ della TERAPIA MIO-FUNZIONALE sono:

– evitare lo sviluppo di malocclusioni (morso aperto, crociato) e diastemi

– abbreviazione dei tempi dell’intervento ortodontico

– diminuzione del disagio dell’ausilio ortodontico

– migliore adesione/collaborazione ai programmi di cura

– alta riduzione della recidiva

– correzione/eliminazione delle abitudini viziate orali

– rieducazione della respirazione, deglutizione e masticazione

– favorire una fisiologica crescita muscolare oro-facciale

– prevenire e/o correggere i disordini articolatori del linguaggio

– aiuto pre e post chirurgia orale nelle disgnazie scheletriche

– rimedio ai disturbi del sonno, specie in età evolutiva (OSA)

– migliorare estetica oro-facciale: asimmetrie ed inestetismi del viso

– diminuire dolori mio-facciali, disfunzioni dell’ATM e bruxismo

Deglutizione atipica

Per meglio comprendere quanto sia fondamentale una corretta postura linguale, basta pensare che la lingua esercita per ogni deglutizione una spinta sul palato di circa 1 kg/cm2, che moltiplicato per 2000 atti deglutitori giornalieri, comporta una spinta di circa due tonnellate.

Non è un caso che il punto di appoggio della punta della lingua, ossia appena dietro la papilla retroincisiva, è la zona ossea più spessa dell’intera bocca. Pensiamo invece a cosa può succedere se questa potenza si riversa sulle arcate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...